Crea sito

Dante Maffìa Festa della mamma

10 MAGGIO FESTA DELLA MAMMA

Primavera piovosa,
la tristezza ritorna avida
come dovesse compiere un dovere.
Le ore della giornata si mettono in fila
e ognuna ha da dire la sua,
tessiture di racconti sempre uguali:
disgrazie, amori morti,
viaggi, veleni del condominio.
Apro il balcone e chiudo gli occhi:
ecco, sono sulla Murgia, sul Pollino,
al mare di Roseto;
l’aria è dolce, un gallo canta,
l’odore di mia madre
mi scioglie il pianto.

Dante Maffìa
10 maggio 2020